EMERGENZA FILIPPINE 

 

 "Rebuild Philippine Project"


 


100, 1000, 10.000 vittime è la progressione della tragedia 
che ha flagellato  il territorio delle Filippine
Un popolo è nuovamente in ginocchio e ha bisogno
di una nuova iniezione di fiducia   per non perdere la speranza
!

 

La tragedia delle Filippine, causata dal tifone  Haiyan (Yolanda), uno tra i più potenti tifoni mai documentati, è considerata oggi il più grave disastro nella storia della nazione. 
Ogni giorno che passa la catastrofe, di proporzioni ancora da valutare appieno data la complessità e le dimensione del fenomeno, appare sempre più grave.   Gli ultimi dati diffusi (alla fine del mese di novembre) descrivono un bilancio drammatico:
i morti sono 5.500  e 1.757 persone risultano ancora disperse.  Si  teme, però, che il numero delle vittime possa crescere ulteriormente poiché i soccorritori continuano a trovare numerosi  corpi tra le macerie. Più di tre milioni e mezzo di persone, inoltre, sono state evacuate, 26 mila persone sono rimaste ferite e più di un milione di persone ha perso la casa.  I danni alle infrastrutture e all'agricoltura, infine, sono stimati in 570 milioni di dollari.

“E’ la devastazione. E’ orribile. E’ un’enorme tragedia umana”  ci hanno scritto, qualche giorno dopo la tragedia dell'8 novembre 2013, i membri di We Spark Action, la più importante organizzazione di volontariato delle Filippine, con cui OIKOS  già da qualche anno organizza microprogetti di solidarietà e interventi di  cooperazione decentrata nella nazione .

Il governo italiano, con il  sostegno dell'Organizzazione della Nazioni Unite e delle autorità locali, ha inviato da tempo una missione umanitaria con base a Manila che, dopo i primi interventi,  si sposterà sull'isola di Leyte, una delle zone più colpite dal tifone

OIKOS ha raccolto il "grido di dolore", lanciato dai suoi partner per collaborare attivamente  con le comunità locali  nel processo di ricostruzione delle città colpite dal tifone.
L'iniziativa, denominata
 "Rebuild Philippine Project" (Progetto di Ricostruzione delle Filippine), prenderà il via nel mese di dicembre e si articolerà per almeno cinque anni.

Secondo una prassi consolidata, già messa in atto in altre drammatiche circostanze (in particolare dopo lo tsunami del 2004), cercheremo di far leva sulla risorsa del volontariato curando la mobilitazione di volontari di tutte le età  in progetti individuali per programmi a lungo o medio termine, dando spazio sia  a personale qualificato (personale medico, esperti in servizi sanitari, personale edilizio, assistenti sociali, psicologi, esperti ambientali, istruttori, coordinatori psicosociali e psicoterapeuti e professioni socili collerate), sia a personale aspecifico (qualsiasi individuo maggiorenne interessato a lavorare in progetti di supporto, riabilitazione, recupero, assistenza sociale, animazione con minori etc).

Nei primi mesi del 2014 sarà possibile anche prender parte a  campi internazionali di lavoro (gruppi di persone provenienti da diversi paesi ed organizzazioni, o gruppi di persone provenienti da un’Organizzazione Internazionale/Scuola/Società privata)  o a campi di lavoro bilaterali  (gruppi di persone provenienti dalle Filippine e da Organizzazioni Internazionali affiliate/Scuole Internazionali/Società private) .

Stiamo preparando già un programma in tali contesti.

Ma vogliamo anche dedicare il nostro impegno nella organizzazione di attività  ed eventi per raccogliere fondi e risorse (come marce, maratone, concerti, mercatini dell’usato, aste di beneficenza, fiere, pranzi/cene di beneficenza etc.).  Con gli alunni del IT "RUIZ" di Roma intendiamo realizzare anche operazioni di gemellaggio con scuole e attuare l'adozione di specifici progetti di ricostruzione (ristrutturazione di scuole, di presidi medici, di biblioteche etc).

Le risorse economiche e le attività  che verranno messe in atto si concentreanno  in aree come Cebu, Bohol, Negros (nella parte orientale)  e nelle province di Leyte  (nel centro delle Filippine) .

Contiamo anche di creare assieme a "We Spark Action" una “Fondazione di ricostruzione delle Filippine" nella quale la nostra organizzazione, insieme ad altre organizzazioni locali e internazionali, possa  realizzare attività concrete e continue di ricostruzione di centri per la comunità, case, strutture sanitarie, centri di cura diurne ecc.

Nelle fase attuale stiamo, comuque,  raccogliendo soprattutto idee, risorse e disponibilità.

Chi è interessato a collaborare può scrivere a volontariato@oikos.org.

Per le donazioni (fiscalmente detraibili ai sensi del Decreto legislativo 460/97) è sempre possibile effettuare un versamento sul ccp 81765000 intestato ad associazione OIKOS ONLUS o un bonifico bancario
sul conto: 14042.46  Codice IBAN:  IT10 I 0103003215000001404246, causale "Emergenza Filippine. Rebuild Philippine Project".


 


CODICE
CAMPO DI LAVORO

PERIODO

LOCALITA'

TIPO DI PROGETTO

BOGO - 1

 22.01 - 02.02.2014

Bogo City

 Ristrutturazione - Assistenza ai minori

MEDELLIN - 1

 27.01 - 07.02.2014

Medillin

Ristrutturazione - Assistenza ai minori

BOGO - 2

 05.02 - 16.02.2014

Bogo City

Ristrutturazione - Assistenza ai minori

MEDELLIN - 2 

 17.02 - 28.02.2014

Medillin

Ristrutturazione - Assistenza ai minori


 

DESCRIZIONE DEI PROGETTI

 

BOGO - 1

 22.01 - 02.02.2014

Bogo City

 Ristrutturazione - Assistenza ai minori

BOGO - 2

 05.02 - 16.02.2014

Bogo City

Ristrutturazione - Assistenza ai minori


LOCALITA':
Il campo di lavoro si svolge nella città di Bogo. Una città molto  importante nelle Filippine, situata a 100 km di distanza da Cebu che ha una popolazione di circa 69.123 con 29 sobborghi detti "barangays."

ATTIVITA': Il progetto si svolge in collaborazione con altre associazioni locali, partner dell'Associazione SPARK, con l'obiettivo   di fornire ai residenti servizi pubblici di base.

I volontari saranno impegnati nelle opere di  ricostruzione, ristrutturazione e restauro  della scuola pubblica elementare "Anunang Sur",  nei pressi di Bogo City.

La struttura scolastica,  a causa del tifone Haiyan. ha subito danni molto gravi. Per questo, allo stato attuale è necessario costruire  nuove aule e sono  necessari nuovi materiali didattici  per gli  allievi. 

Il progetto  oltre ai lavori di ristrutturazione nelle varie strutture colpite dal disastro naturale, prevede anche attività da svolgere con la comunità locale e i minori  (laboratori didattici e ricreativi, attività ludiche e di assistenza etc.)

I volontari saranno impegnati circa 6 ore al giorno.  Nell'arco di 12 giorni saranno impegnati soprattutto la mattina,  in diverse attività manuali, di animazione e in frequenti contatti con la comunità locale

 

 

Quota di partecipazione e contributo:  La quota di partecipazione è di 120,00 euro e va versato al momento della presentazione della richiesta di partecipazione  sul ccp 81765000 intestato ad associazione OIKOS ONLUS oppure mediante  bonifico bancario sul conto: 14042.46  Codice IBAN:  IT10 I 0103003215000001404246, causale " short term di ricostruzione Filippine".
Il contributo per le spese di gestione del progetto è di 250,00 euro e va versato a destinazione  Il contributo comprende:    le spese per i materiali di costruzione e i macchinari che verranno utilizzati nel corso del campo di lavoro, il vitto e alloggio per i volontari - le spese per le escursioni culturali, i biglietti d'ingresso per i luoghi che verranno visitati, i trasporti durante tutto il corso del progetto e le guide.


 

MEDELLIN - 1

 27.01 - 07.02.2014

Medillin

Ristrutturazione - Assistenza ai minori

MEDELLIN - 2 

 17.02. - 28.02.2014

Medillin

Ristrutturazione - Assistenza ai minori

 
LOCALITA':
Il campo di lavoro si svolge nella città di Medellin, che si trova nella       provincia di Cebu e ha una popolazione di circa 44.860 con 19 soborghi detti barangays, tra questi Barangay Kawit, che  è una delle zone più colpite dal tifone Haiyan con 1.700 famiglie rimaste senza abitazione.

ATTIVITA': Il progetto si svolge in collaborazione con altre associazioni locali, partner dell'Associazione SPARK, che si occupano di fornire ai residenti di Barangay Anunang Sur servizi pubblici di base.

I volontari saranno impegnati nelle opere di ricostruzione, ristrutturazione e restauro della scuola elementare pubblica "Daang Lungsod

La struttura scolastica,  a causa del tifone Haiyan. ha subito danni molto gravi. Per questo, allo stato attuale è necessario costruire  nuove aule e sono  necessari nuovi materiali didattici  per gli  allievi. 

Il progetto  oltre ai lavori di ristrutturazione nelle varie strutture colpite dal disastro naturale, prevede anche attività da svolgere con la comunità locale e i minori  (laboratori didattici e ricreativi, attività ludiche e di assistenza etc.)

I volontari saranno impegnati circa 6 ore al giorno.  Nell'arco di 12 giorni saranno impegnati soprattutto la mattina,  in diverse attività manuali, di animazione e in frequenti contatti con la comunità locale

 

 

Quota di partecipazione e contributo:  La quota di partecipazione è di 120,00 euro e va versato al momento della presentazione della richiesta di partecipazione sul ccp 81765000 intestato ad associazione OIKOS ONLUS o su  bonifico bancario sul conto: 14042.46 Codice IBAN: IT10 I 0103003215000001404246, causale  " short term di ricostruzione Filippine".  
Il contributo per le spese di gestione del progetto è di 250,00 euro e va versato a destinazione al coordinatore del progetto.  Il contributo comprende le spese per i materiali di costruzione e i macchinari che verranno utilizzati nel corso del campo di lavoro -vitto e alloggio per i volontari - le spese per le escursioni culturali, i biglietti d'ingresso per i luoghi che verranno visitati, i trasporti durante tutto il corso del progetto e le guide.


 PER PARTECIPARE A UNO SHORT TERM di ricostruzione nelle FILIPPINE CLICCA QUI

Per informazioni sui progetti a medio lungo termine  nelle Filippine scrivi a volontariato@oikos.org


 RICERCA IL TUO VOLO


 


LINKS UTILI

  Immagini dai campi di lavoro
  L'esperienza dei volontari
 Visti e vaccini
 Le assicurazioni

BACK OIKOS INFORMAGIOVANI

VOLONTARIATO

E-MAIL